logo enterprise

clip art sicurezza sul lavoro      clip art sicurezza della vita

 

sicurezza sul lavoro

normativa

la normativa

omissione di soccorso

indicazioni della commissione consultiva: stress lavoro correlato

accordo europeo stress sul lavoro

link utili

primo soccorso

la valutazione del contesto

sanguinamenti

ansia e paura

sicurezza della vita

lavori in casa

le scale

i bambini

primo soccorso: cose utili da sapere in caso di incidente

PER PRIMA COSA IN CASO DI INCIDENTE CHIAMARE IL 118

LA VALUTAZIONE DEL CONTESTO

La prima regola del soccorritore: non mettere in pericolo se stesso e altre persone

Quando capita un incidente la paura è una reazione normale.

Ma cosa è la paura? semplicemente una risposta emotiva ad una situazione stressante. Come tutte le emozioni la paura è importante e utile: è infatti la paura che ci permette di non correre rischi eccessivi. diventa un problema solo quando perdiamo il controllo e agiamo senza riflettere.

La paura eccessiva può determinare due tipi di comportamenti scorretti:

attivi e passivi

Il peggior comportamento attivo in caso di incidente è la fuga

Per inciso chiariamo che la legge punisce l'omissione di soccorso, non il soccorso! Quindi non esiste alcuna giustificazione razionale nel darsi alla fuga davanti ad un incidente: pur non entrando nel merito di considerazioni morali, questo comportamento può solo metterci nei guai!

Ma anche una azione volta a portare aiuto senza una adeguata riflessione e preparazione può essere nociva sia al soccorritore che al ferito.

Per una adeguata preparazione raccomandiamo di seguire un corso adeguato, ma vogliamo proporre alcuni suggerimenti di base:

FERMATI, PENSA, OSSERVA, AGISCI

agire d'impulso in una situazione critica è pericoloso

1. in caso di incidente per prima cosa contattare il 118. L'operatore potrà fornire già in linea le prime indicazioni su come comportarsi.

- non è essenziale dare il proprio nome, ma è essenziale fornire un indirizzo completo: nel 30% dei casi il soccorso tarda perché chi segnala il fatto dimentica di dire dove è avvenuto!

2. se non siete medici o operatori sanitari NON TENTATE DI SPOSTARE UN FERITO: lo spostamento potrebbe peggiorare le lesioni. Le uniche eccezioni a questa regola sono un incendio o un imminente pericolo di vita (crolli, esplosioni, avvelenamenti,annegamento...)

3. non mettersi in pericolo: osservare il contesto con attenzione è essenziale! Ad esempio se si vede una persona incosciente in un ambiente chiuso è pericoloso entrare nello stesso ambiente senza gli opportuni supporti respiratori: la causa della perdita di conoscenza potrebbe essere un gas presente nell'ambiente ed il soccorritore inalandolo diverrebbe...oggetto di soccorso!

Prima di toccare un ferito mettere sempre i guanti

Per chi organizza corsi di formazione è essenziale creare il maggior numero possibile di "scenari" potenziali. Suggeriamo di riflettere sulle criticità che sono più probabili in relazione al tipo di lavoro che si svolge, e allenarsi in modo particolare ad agire su questi fattori. allo stesso modo sarà utile "giocare" simulando gli scenari domestici

4 accertare lo stato di coscienza del ferito: se è incosciente sarebbe opportuno verificare che possa respirare e che il battito cardiaco sia presente. Nei corsi di addestramento si dedica molto tempo a questa esercitazione perché verificare la "pervietà delle vie aeree" può salvare la vita del ferito: senza ossigeno il cervello muore!

Se il ferito è cosciente è importante cercare di tenerlo tranquillo e possibilmente fermo in attesa dei soccorsi professionali

5 controllare i sanguinamenti una grave emorragia può portare alla morte. Anche in questo caso è importante ricevere un addestramento specifico: le emorragie devono essere contenute, ma il flusso sanguigno non deve essere bloccato

6 evitare l'assalto dei curiosi: un ferito non è uno spettacolo!

<< torna alla home page